Laboratori, visite didattiche e percorsi: gli studenti "a scuola" di archeologia

Sono 18 iniziative didattiche per le scuole che verranno presentate da Cooperativa Archeologia mercoledì 18 ottobre alle 16, presso il museo “Pietro Griffo” di Agrigento

Studenti al lavoro (foto d'archivio)

Piccoli archeologi crescono. Una giornata nei panni di ricercatori professionisti, orienteering tra i templi e improvvisazione teatrale su uno dei palcoscenici più antichi al mondo. Sono queste alcune tra le iniziative didattiche per le scuole che verranno presentate da Cooperativa Archeologia mercoledì 18 ottobre alle 16, presso il museo archeologico regionale “Pietro Griffo” di Agrigento.

Si tratta di 18 proposte tra workshop, visite e percorsi gioco per l’anno scolastico 2017/2018, pensate per istituti dell’infanzia, primari e secondari, e diffuse tra il Parco Archeologico della Valle dei Templi, il Museo Archeologico Regionale “Pietro Griffo”, il sito archeologico di Eraclea Minoa e la Casa natale di Luigi Pirandello.

Opportunità uniche per avvicinarsi al mondo dell’archeologia e della letteratura e imparare divertendosi, in compagnia di esperti e professionisti. Apriranno l’incontro Gioconda Lamagna, Carla Guzzone e Giuseppe Parello del Polo Culturale di Agrigento, sarà presente anche Beniamino Biondi, assessore alla Cultura e alla Pubblica istruzione del Comune di Agrigento. La Cooperativa Archeologia gestisce i servizi didattici nell’ambito della concessione della gestione integrata dei servizi al pubblico del Polo Culturale di Agrigento, in associazione con Coopculture, Mondo Mostre, Skira Editore, Ipacem e Bluecoop

Nel museo archeologico sarà possibile prendere parte a un percorso tra i resti delle città di Akragas e Agrigentum, dalle ceramiche attiche alla statua del celebre efebo, ma anche lasciarsi coinvolgere in attività per conoscere le divinità dell’Olimpo, scoprire come si analizza un reperto, seguire l’evoluzione della forma dei vasi dalla preistoria all’epoca romana, riconoscere gli dei e gli eroi rappresentati su antichi manufatti e sperimentare il mestiere del museologo.

Il Parco Archeologico della Valle dei Templi sarà invece teatro di visite ai suoi monumenti principali, dal Tempio di Hera che troneggiava sull’antica Akragas al foro romano di Agrigentum, ma anche di momenti di gioco con al centro le possenti colonne del Tempio della Concordia e di una vera e propria sessione di orienteering con mappa e bussola. In programma anche giornate da veri archeologi tra strumentazione tecnica e siti di scavo, mentre gli ulivi e i mandorli che punteggiano il paesaggio faranno da sfondo a una passeggiata per imparare a conoscere i miti e l’arte della classicità. E ancora: al Teatro greco dell’area archeologica di Eraclea Minoa gli studenti si trasformeranno in interpreti di celebri tragedie e commedie, e alla casa natale di Pirandello brani tratti dalle opere e oggetti personali si intrecceranno per ricostruire la storia e la poetica del celebre drammaturgo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al celibato o convivenze di fatto con anziani: ecco come venivano "utilizzate" le prostitute

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento