A Lampedusa arrivano le strisce blu, turisti spaesati: ecco i parcheggi a pagamento

Il sindaco delle Pelagie Salvatore Martello: "Ultimeranno la collocazione della segnaletica e verosimilmente domenica.

E’ al passo con le più rinomate località turistiche internazionali. Quelle strisce blu - disegnate sull’asfalto nelle vicinanze di alcune delle principali spiagge: quelle, di fatto, più frequentate – non sono però andate giù ai turisti e ai tanti cosiddetti frequentatori abituali che se le sono ritrovate davanti. Strisce blu che indicano un parcheggio a pagamento. Pagare e sorridere anche per andare al mare, per Lampedusa, è certamente una novità. Ma, di fatto, i turisti e anche i frequentatori assidui – quelli che ogni anno, per le ferie estive, scelgono Lampedusa - si sono trovati smarriti e in difficoltà.

“Prima di avviare questo nuovo servizio era forse indispensabile preoccuparsi di non creare confusione nei visitatori, installare i parcometri e la necessaria segnaletica. Dettagli che, a Lampedusa, mancano. Però i posteggi nelle vicinanze della Guitgia e dell’Isola dei Conigli sono a pagamento”. 

A fare chiarezza è stato il sindaco delle Pelagie Salvatore Martello: “I parcheggi a pagamento contrassegnati dalle strisce blu sono attivi soltanto lungo la strada che conduce all’Isola dei Conigli. Non ancora – ha spiegato il sindaco Martello – nei pressi della spiaggia della Guitgia. Ed ecco perché, verosimilmente, si sta creando confusione. Nei pressi dell’Isola dei Conigli ci sono le strisce blu e ci sono anche, nei cartelli, le indicazioni su dove andare a comprare i tagliandi. Ci sono chiaramente indicate le attività che si occupano della rivendita sia in centro che alla stessa Isola dei Conigli. Alla Guitgia mancano i cartelli con le necessarie indicazioni perché ancora i parcheggi sono liberi. Sono state contrassegnate sull’asfalto le strisce blu – ha proseguito il sindaco Totò Martello – ma mancano i cartelli e in quell’area i parcheggi sono ancora gratuiti. Domani credo che ultimeranno la collocazione della segnaletica e verosimilmente domenica – ha concluso il sindaco della più grande isola delle Pelagie – anche quei parcheggi, quelli nei pressi della spiaggia della Guitgia, saranno a pagamento. Se non ci sono cartelli e indicazioni, nonostante vi siano le strisce blu sull’asfalto, vuol dire che quelle aree di parcheggio non sono ancora a pagamento”.

Domenica, o comunque nelle giornate immediatamente successive, non appena la segnaletica verticale sarà collocata, anche nei pressi della Guigtia si dovrà pagare e sorridere per poter posteggiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Mette in vendita i mobili e le rubano 1.050 euro dal bancomat: ecco la nuova truffa

  • "Sesso orale con due allievi minorenni", istruttore di tennis riprova a patteggiare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento