Tornavano da Palermo con un "carico" pesante: trovati con eroina, tre arresti

L'auto, con gli uomini a bordo, non soltanto non s'è fermata all'Alt dei carabinieri ma ha anzi accelerato. E' stata inseguita e bloccata, durante la perquisizione sono saltate fuori le varie dosi

Un precedente sequestro di eroina (foto ARCHIVIO)

Tornavano da Palermo con un "carico" pesante. "Roba" che, quasi certamente, avrebbe dovuto essere spacciata durante il week end nell'area del Saccense. Sono incappati però in un posto di controllo, proprio lungo la Palermo-Sciacca, dei carabinieri del nucleo operativo e radiomobile. L'auto, con a bordo tre uomini, non soltanto non s'è fermata all'Alt, ma ha anzi accelerato. Ne è nato un inseguimento, durato poco per fortuna. I carabinieri sono, infatti, riusciti a raggiungere e a bloccare l'auto. 

Immediata è stata la perquisizione. Ed altrettato immediato è stato il riscontro: nell'abitacolo, sotto uno dei sedili, sono stati trovati due involucri che contenevano diverse dosi di eroina. Droga per un peso complessivo di circa 20 grammi. 

Tutti e tre gli uomini che erano nella macchina - un cinquantaquattrenne di Ribera e due ventenni romeni, risultati essere senza fissa dimora, - sono stati arrestati dai carabinieri del Norm della compagnia di Sciacca. Dovranno rispondere adesso dell'ipotesi di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Su disposizione del sostituto procuratore di turno di Sciacca, tutti - risultati essere incensurati - sono stati posti, in attesa dell'udienza di convalida, agli arresti domiciliari.

Le indagini dei carabinieri adesso proseguono per cercare di tracciare la strada che quell'eroina ha seguito: stabilire dove è stata acquistata e quale piazza, nel dettaglio, avrebbe dovuto rifornire.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento