"Stalking a sfondo erotico a dipendente", Centro Antiviolenza parte civile contro Caruso

L'associazione che tutela le vittime delle violenze fisiche e psicologiche si costituirà in giudizio. Udienza preliminare in programma il 12 giugno

Il tribunale di Agrigento dove il centro Antiviolenza si costituirà parte civile

Il Centro antiviolenza e antistalking “Telefono aiuto” si costituirà parte civile al processo a carico dell’ex direttore della Biblioteca museo “Luigi Pirandello”, nonché attuale soprintendente ai Beni culturali di Caltanissetta, Vincenzo Caruso, 61 anni. L’associazione che si occupa di tutelare le vittime di violenze fisiche e psicologiche ha dato mandato all’avvocato Sabina Schifano di costituirsi in giudizio.

L’udienza preliminare, dopo che ieri mattina il giudice Alessandra Vella ha deciso di astenersi, è in programma il 12 giugno davanti al gup Alfonso Malato. Caruso è accusato di avere fatto apprezzamenti a sfondo erotico e avere avuto atteggiamenti provocatori sul posto di lavoro “finalizzati ad avere rapporti sessuali” con una dipendente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La donna, un'impiegata della Biblioteca museo “Luigi Pirandello”, avrebbe però rifiutato le avances del suo direttore che, per ripicca, avrebbe adottato alcuni atti amministrativi a lei sfavorevoli. L’inchiesta, infatti, avviata sulla base delle denunce della donna, che si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Arnaldo Faro (in seguito anche il marito, difeso dall’avvocato Giuseppe Arnone, si è costituito) ipotizzava altre ipotesi di abuso di ufficio e concussione. Il gip Francesco Provenzano, dopo che la Procura aveva chiesto l’archiviazione, ha disposto l’imputazione coatta per l’accusa di stalking. Caruso, che ha nominato come difensore l’avvocato Enzo Caponnetto, è accusato di avere posto in essere soprusi e discriminazioni perché la dipendente della biblioteca museo che dirigeva aveva respinto le sue esplicite avances sessuali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato con la febbre a 40 e sospetti sintomi di Covid-19, attesa per il tampone

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Anziano muore in casa propria, aveva febbre alta e tosse: sospetto Covid-19? Avviate le verifiche

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento