"Trovata in possesso di munizionamento bellico", denunciata 39enne lampedusana

La donna, originaria di Lampedusa, era stata già denunciata per l'ipotesi di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Alcuni dei residuati ritrovati a casa della donna

La polizia ha denunciato A.D. 39 anni, di Lampedusa, per il reato di "detenzione di parti di munizionamento bellico".

Gli oggetti sono stati ritrovati dagli agenti nel contesto di perquisizioni disposte dalla Procura della Repubblica di Agrigento nel contesto di un'indagine coordinata dal sostituto procuratore Paola Vetro. La Squadra mobile, diretta da Giovanni Minardi, ha trovato a casa della donna di questi "residuati" insieme a volantini, seppur datati, in cui , dicono le forze dell'Ordine, "si scorgeva una forte avversione verso le Istituzioni".

La donna era stata già denunciata dagli uomini della Mobile di Agrigento per il delitto di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina: la stessa aveva favorito la permanenza di stranieri irregolari sul territorio nazionale, mettendo a loro disposizione alcune abitazioni site a Lampedusa e fornendo agli stessi indicazioni volte ad eludere i controlli della polizia e ad evitare i rimpatri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento