Spruzzano spray urticante nell'atrio della stazione, 4 persone colte da malore

Hanno accusato problemi respiratori e un iniziale stordimento, sono accorsi i vigili del fuoco e i poliziotti della sezione Volanti che hanno avviato le indagini

Un interno della stazione ferroviaria di Agrigento centrale

Qualcuno avrebbe utilizzato uno spray urticante all’interno dell’atrio della stazione ferroviaria centrale di Agrigento. Un gesto sconsiderato che ha fatto star male – hanno accusato dei problemi respiratori e un iniziale stordimento  – quattro persone che si trovavano in quell’esatta porzione dello stabile, quella che conduce verso le scale per il piano inferiore. Ieri mattina – era mezzogiorno e mezzo circa - s’è, inizialmente, anche temuto il peggio.

Alla stazione ferroviaria, scattato l’allarme, si sono precipitati i vigili del fuoco e i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Era la seconda domenica di San Calogero e dunque la città era già, di fatto, invasa di visitatori, turisti e agrigentini. I soccorritori hanno subito prestato aiuto a chi aveva anche dei sintomi di svenimento. Nel frattempo i vigili del fuoco si sono sincerati delle condizioni di quella porzione di stabile e appurato che non c’era alcun rischio la stazione ferroviaria è rimasta regolarmente aperta. I poliziotti della sezione Volanti della Questura hanno invece provato ad identificare chi avesse usato quello spray urticante, che pare sia stato spruzzato e disperso per aria.

Un gesto veramente inusuale oltre che sconsiderato. Non è escluso che i poliziotti, per arrivare all’identificazione di chi ha utilizzato immotivatamente lo spray urticante, possano anche decidere di acquisire le registrazioni delle telecamere di video sorveglianza. Filmati che potrebbero consentire, e anche immediatamente, di dare un nome e cognome a chi ha compiuto un gesto senza senso. Nessuna delle quattro persone che è stata inizialmente male ha avuto bisogno di fare ricorso alle cure dei medici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento