Spedizione punitiva per vendicare presunta violenza sessuale, quattro condanne

Due uomini e due donne si sono scagliati contro quelli che ritenevano responsabili degli abusi che, peraltro, l'indagine della Procura ha escluso siano stati commessi

Spedizione punitiva con calci, pugni e schiaffi per vendicare una violenza sessuale, in danno di una loro parente, che in realtà - almeno secondo quanto ha accertato l'indagine che è stata archiviata - non ci sarebbe mai stata. La vicenda è approdata in aula, davanti al giudice di pace, che ha condannato i quattro imputati per le accuse di lesioni e minaccia. Si tratta di Giuseppe Pirro, 28 anni; Adriana Rizzo, 50 anni; Calogero Rizzo, 48 anni e Maria Venturelli, 81 anni. La pena inflitta dal giudice è di 600 euro di ammenda.

Due le aggressioni al centro del processo che risalgono al 27 novembre e al 19 dicembre del 2013. Teatro della vicenda, in entrambi i casi è la frazione di Villaseta, dove risiedono tutti i protagonisti del caso. Pirri e Calogero Rizzo, falsamente convinti che due loro conoscenti avessero violentato una loro congiunta, avrebbero organizzato una vera e propria spedizone punitiva aggredendo uno di loro con calci, pugni e schiaffi, dopo averlo sorpreso per strada. 

Le due donne imputate, invece, avrebbero minacciato di morte il secondo “sospettato”, sempre per le stesse ragioni: secondo loro, l’uomo aveva abusato sessualmente della ragazza. Il giudice, che ha condannato i quattro imputati ritenuti colpevoli di minaccia e lesioni, ha pure disposto il risarcimento dei danni nei confronti dei due uomini che si sono costituiti parte civile con l’assistenza dell’avvocato Monica Malogioglio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Braccati dai carabinieri dopo la rapina alla banca Sant'Angelo: fermati 2 palermitani e un sabettese

  • Rapinata la banca Sant'Angelo: in due portano via 50 mila euro

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Grande Fratello vip, l'empedoclina Clizia Incorvaia al centro del gossip

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento