"Operazione Switch on", sorveglianza speciale per un 46enne

Il palermitano è un "elemento di spicco all’interno di una associazione per delinquere finalizzata ai reati contro il patrimonio"

Il tribunale di Palermo – sezione I Penale – misure di prevenzione ha applicato, su proposta del questore di Agrigento, ad un 46enne di Palermo ma residente a Palma di Montechiaro, L.M.F.,  la misura di prevenzione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per la durata di anni 2, accogliendo la proposta a firma del questore di Agrigento.

L.M.F., è sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con dispositivo braccialetto elettronico. Elemento di spicco all’interno di una associazione per Delinquere finalizzata ai reati contro il patrimonio come: furti di rame, rapine, ricettazione. Il 46enne era finito nell’operazione della Polizia di Stato denominata "Switch on".

Inoltre, su proposta del auestore di Agrigento, è stata applicata la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale per la durata di  anni 1, nei confronti di C.G., nato e residente a Licata, di 41 anni. Personaggio di elevata pericolosità sociale incline alla commissione di innumerevoli reati (contro il patrimonio e la persona). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento