Sorveglianza speciale per Lo Giudice, ma la famiglia riavrà 1,2 milioni di euro

E' ritenuto un "uomo d'onore" della famiglia mafiosa di Canicattì: fu arrestato nell'operazione "Apocalisse"

E' stata applicata la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza per tre anni e sei mesi, con l'obbligo di soggiorno nel comune di residenza per Diego Gioacchino Lo Giudice, 73 anni, imprenditore e accusato di essere un "uomo d'onore" della mafia canicattinese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia è riportata oggi sul quotidiano La Sicilia. Il tribunale avrebbe inoltre deciso la confisca della società di Lo Giudice, la "Ecolmax" ma revocato, in accoglimento delle tesi del difensore, l’avvocato Angela Porcello, il sequestro degli altri beni, che sono stati riconsegnati alla famiglia per un valore di oltre 1,2 milioni di euro. Il patrimonio sarebbe stato infatti accumulato grazie a numerose vincite al gioco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento