"Chiediamo il dissequestro della Sea Watch", sit in di attivisti in Prefettura

La nave solidale dell'ex comandante Carola Rackete si trova al porto di Licata

“Chiediamo il dissequestro della nave solidale Sea Watch”. Una ventina di persone, questa mattina, si sono date appuntamento davanti l prefettura per dar vita ad un sit in pacifico. A monitorare la protesta ci sono gli agenti della Digos e la Questura. Gli attivisti hanno chiesto che la ong venga dissequestrata. La nave solidale si trova al porto di Licata da circa 3 mesi.

Le interviste -  I volontari: "Situazione orribile pensando alle barche in difficoltà"

Il pm Gloria Andreoli della Procura di Agrigento ha dissequestrato l'imbarcazione lo scorso 25 settembre, ma il natante è rimasto sotto sequestro amministrativo notificato lo scorso 2 settembre. I sigilli erano scattati nell'ambit dell'inchiesta nella quale Carola Rackete, ex comandante dells Sea Watch, era  accusata di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e resistenza o violenza contro nave da guerra. Oggi, a distanz di 3 mesi, gli attivisti chiedono risposte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento