"Simularono una rapina a mano armata", denunciati due fratelli

Avrebbero raccontato ai carabinieri d'aver subito il colpo - da 29 mila euro - all'altezza dello svincolo di Scillato, mentre erano di ritorno dopo una giornata di lavoro da Castelbuono

(foto ARCHIVIO)

Simularono una rapina a mano armata. Sono stati però scoperti e sono stati denunciati alla Procura di Termini Imerese. Si tratta di due fratelli, di 57 e 47 anni, di Favara, titolari di una società che offre servizi di noleggio di apprecchi elettronici da gioco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due avrebbero raccontato ai carabinieri d'aver subito il colpo - da 29 mila euro - all'altezza dello svincolo di Scillato, mentre erano di ritorno dopo una giornata di lavoro da Castelbuono. La vicenda risale alla serata del 14 dicembre. I due non avrebbero tenuto in conto il fatto che i carabinieri della stazione di Castelbuono, che conoscono bene il territorio, hanno individuato qualche falla nel racconto sottoscritto dagli imprenditori al momento della denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato con la febbre a 40 e sospetti sintomi di Covid-19, attesa per il tampone

  • Anziano muore in casa propria, aveva febbre alta e tosse: sospetto Covid-19? Avviate le verifiche

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

  • Coronavirus, sabato di "follia" a Porto Empedocle: "ressa" davanti al supermercato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento