Scivola dal dirupo e dopo un volo di 20 metri resta per 5 ore a chiedere aiuto: salvato dai pompieri

Ha 25 anni il ragazzo che ha rischiato veramente grosso: soltanto quando un militare dell'Esercito ha sentito le sue richieste d'aiuto è scattato l'allarme e s'è messa in moto la macchina dei soccorsi

Un momento del soccorso del giovane

Scivola da un dirupo e resta, in mezzo alla vegetazione, per più di 5 ore: fino a quando qualcuno - un militare dell'Esercito - sentendo le richieste d'aiuto ha, preoccupandosi, richiesto l'intervento dei carabinieri, dei vigili del fuoco e di una ambulanza del 118. Deve la vita ai pompieri del comando provinciale di Agrigento, il venticinquenne di Siculiana che è stato salvato, senza non poche difficoltà, proprio dai vigili del fuoco. 

Il giovane è precipitato da circa 20 metri d'altezza, ha riportato ferite, traumi e fratture e non è, di fatto, riuscito a rialzarsi. Pare che per 5 ore - dal mattino fino al pomeriggio - abbia gridato e chiesto aiuto. Ha rischiato grosso, ha rischiato veramente tanto il venticinquenne che, però, per fortuna, è stato sentito da un militare dell'Esercito e la macchina dei soccorsi si è messa immediatamente in moto. 

I pompieri sono riusciti ad individuare i pericolississimi sentieri per scendere fino al punto esatto in cui il venticinquenne era finito. E una volta salvato è stato affidato ai sanitari del 118 che lo hanno trasferito al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento