"Si appropriò dei soldi dell'azienda sanitaria", dentista condannato per peculato

Due anni di reclusione per Giovanni Moncada, accusato di non avere versato la percentuale sulle visite in "intramoenia"

Due anni di reclusione per l’accusa di peculato: secondo il giudice dell’udienza preliminare Alessandra Vella, il dentista Giovanni Moncada, 65 anni, di Aragona, si appropriò di una parte dei compensi che avrebbe dovuto versare all’Azienda sanitaria provinciale per avere svolto le visite in regime di “intramoenia allargata”.

La sentenza è stata emessa questa mattina dopo che, all’udienza precedente, avevano rassegnato le proprie conclusioni sia l’accusa che la difesa. Il pubblico ministero Alessandra Russo, peraltro, aveva chiesto l’assoluzione “perché il fatto non sussiste”. Moncada, difeso dagli avvocati Floriana Salamone e Andrea Fares, era accusato di avere fatto visite odontoiatriche in nero per non versare all’Azienda sanitaria provinciale la percentuale del dieci per cento della cosiddetta “intramenia allargata”. L’importo di cui si sarebbe appropriato ammonta a 1.600 euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento