Si aggiravano con fare sospetto, bloccati e controllati: avevano un cacciavite

Due i giovani che sono stati denunciati alla Procura per porto abusivo di arma impropria. A chiamare il 113 sono stati alcuni residenti: li avevano visti gironzolare fra ciclomotori e villette

Due giovani ritenuti sospetti sono stati bloccati lungo il viale Delle Dune a San Leone. E' scattata una denuncia, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica per porto abusivo di arma impropria.

Dopo aver acquisito la segnalazione alla sala operativa, per i due tipi sospetti che si aggiravano lungo il viale Delle Dune fra villette e ciclomotori, i poliziotti della sezione "Volanti" si sono subito precipitati nel rione balneare di San Leone. Subito sono stati individuati i due: gironzolavano – secondo quanto ieri è stato ufficialmente ricostruito – nei pressi di alcuni ciclomotori posteggiati sul ciglio della strada. E’ scattato il controllo mirato e la perquisizione e sono stati trovati in possesso di un cacciavite a punta.

Un arnese che gli è costato caro visto che, appunto, sono stati denunciati alla Procura. Non è chiaro per quale motivo avessero con loro quel cacciavite, ma l’operazione della polizia di Stato è quella della prevenzione.

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Come pulire il box doccia

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il miele e le sue proprietà e benefici per la salute

I più letti della settimana

  • L'incidente di Caltabellotta si trasforma in tragedia: è morto il 22enne di Lucca Sicula

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • Si ribalta il trattore e un uomo resta incastrato: il 60enne non è in pericolo di vita

  • Scontro fra auto in galleria nella statale 115: feriti i due conducenti

  • "Adesca ragazzina e tenta di avere un rapporto orale", la scatola nera dell'auto per smentire la vittima

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento