Agrigento, servizio legale dello Iacp: il Tar "sblocca" l'incarico

L'Assessorato regionale delle Infrastrutture negava all'Istituto autonomo case popolari l'autorizzazione ad assumere l'avvocato Sabrina Rondelli, prima in graduatoria, in deroga al divieto di assunzioni. Il Tar ribalta la decisione

 

L'Istituto autonomo case popolari di Agrigento aveva indetto una selezione pubblica per il conferimento dell'incarico dirigenziale di responsabile del servizio legale ed a seguito dell'espletamento della procedura selettiva  era risultata vincitrice l'avvocatessa Sabrina Rondelli di Agrigento. Ma l'Assessorato regionale delle Infrastrutture negava all'Istituto autonomo case popolari  di Agrigento l'autorizzazione ad assumere l'avvocato Rondelli in deroga al divieto di assunzioni previsto dalla Giunta regionale di Governo con apposita delibera; pertanto il commissario straordinario dell'Iacp di Agrigento, Matteo Petralito, revocava l'avviso pubblico per l'affidamento dell'incarico dirigenziale ed il provvedimento avente ad oggetto l'approvazione della graduatoria finale. 
 
Ma la vincitrice della selezione proponeva un ricorso giurisdizionale davanti al Tar Sicilia, con il patrocinio degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, per l'annullamento, previa sospensione, dei provvedimenti di revoca adottati dal commissario straordinario dell'Iacp di Agrigento, nonché del diniego di assunzione in deroga adottato dall'Assessorato regionale delle Infrastrutture. In particolare gli avvocati Rubino e Impiduglia hanno lamentato una grave forma di eccesso di potere sotto il profilo del difetto di istruttoria, giacché l'Istituto in assenza di un dirigente del servizio legale è costretto a rivolgersi ad avvocati del libero foro per la difesa dell'Ente con oneri notevolmente più elevati. Il Tar Sicilia ha accolto la domanda di sospensione dell'esecuzione dei provvedimenti impugnati, ordinando all'Assessorato regionale delle Infrastrutture di riesaminare la richiesta di autorizzazione all'assunzione in deroga avanzata dall'Iacp di Agrigento. 
 
Pertanto, per effetto della pronunzia cautelare resa dal Tar Sicilia, verrà presto sbloccato il conferimento dell'incarico dirigenziale per la direzione del Servizio legale dell'Istituto autonomo case popolari di Agrigento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Braccati dai carabinieri dopo la rapina alla banca Sant'Angelo: fermati 2 palermitani e un sabettese

  • Rapinata la banca Sant'Angelo: in due portano via 50 mila euro

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Grande Fratello vip, l'empedoclina Clizia Incorvaia al centro del gossip

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento