Sequestro di beni ad un notaio, parola al tribunale del Riesame

I magistrati hanno ottenuto il decreto di questo preventivo del profitto del reato, per un importo di circa 1.700.000 euro

Si dovrà presentare davanti al tribunale del Riesame, il notaio di Menfi, Filippo Palermo. Servirà, appunto, un nuovo esame per fare chiarezza sulla vicenda giudiziaria che ha coinvolto il professionista dell’Agrigentino.

Secondo quanto fatto sapere dall’edizione odierna de La Sicilia, la Procura procede contro il notaio per delle presunte truffe. I magistrati hanno ottenuto il decreto di questo preventivo del profitto del reato, per un importo di circa 1.700.000 euro.

Il Riesame, però, ha confermato il sequestro preventivo ma ha limitato l’importo a 244mial euro. Ovvero la somma delle richieste di risarcimento ai danni di 54 persone. L’ultima parola tocca alla Corte suprema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

  • Su e giù dai carri e continue risse, il questore "ferma" il Carnevale di Palma

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento