Sciopero nazionale, Libero consorzio: "Saranno garantiti i servizi essenziali"

L’adesione dei lavoratori allo sciopero potrebbe determinare disservizi o la chiusura degli uffici

Una veduta dell'immobile che ospita il Libero consorzio comunale

Domani è il giorno dello sciopero nazionale - indetto da Cgil, Cisl e Uil - per tutto il personale delle Province, Liberi Consorzi e delle Città metropolitane. Sciopero proclamato “per evitare il baratro degli enti”. 

Il Libero Consorzio comunale di Agrigento informa, dunque, i cittadini che saranno garantiti i servizi pubblici essenziali previsti dalla legge e dal contratto di lavoro: viabilità, pronto intervento, polizia giudiziaria e protezione civile.

L’adesione dei lavoratori allo sciopero potrebbe, infatti, determinare disservizi o la chiusura degli uffici. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento