Attivista per l'acqua pubblica sospende sciopero della fame

Dopo cinque giorni le sue condizioni fisiche sarebbero peggiorate e ha deciso di recedere dalla forma estrema di protesta

Enrico Caldara

Dopo cinque giorni interrompe lo sciopero della fame Enrico Caldara , attivista del comitato cittadino di San Biagio Platani aderente al Forum Acqua beni comuni Sicilia e al coordinamento Titano. Una decisione, spiega, presa insieme alla sua famiglia a causa delle condizioni fisiche scaturenti dalla sospensione dell'alimentazione che avrebbe provocato problemi all'apparato respiratorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Caldara, comunque, ritiene "il risultato dello sciopero della fame in buona  parte positivo . Primo perchè sulla battaglia dell'acqua pubblica che stiamo conducendo abbiamo avuto il sostegno del presidente della camera Roberto Fico il quale sul proprio profilo facebook ha dichiarato che è necessario fare una legge per dare seguito al referendum del 2011 (una legge regionale in realtà c'è già da quattro anni,anche se è stata pesantemente cassata dalla Corte Costituzionale, ndr). Altro risultato importante  - dice - è l'interessamento dei media alla causa dell'acqua pubblica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento