Scoppia una rissa fra sei giovani: tre feriti finiscono in ospedale

I carabinieri hanno avviato le indagini per provare a stabilire cosa effettivamente abbia innescato quella che sembrerebbe essere stata una scazzottata

(foto ARCHIVIO)

Scoppia la rissa allo Stazzone, a Sciacca, e tre giovani di Ribera finiscono in ospedale: due al "Fratelli Parlapiano" di Ribera e uno al "Giovanni Paolo II" di Sciacca. Ad indagare su quello che è accaduto, sabato notte, fra sei ragazzi: tre riberesi e altrettanti saccensi, sono i carabinieri che stanno cercando di ricostruire quanto accaduto. Non è escluso, naturalmente, che i militari dell'Arma di Sciacca abbiano già sentito i tre giovani che sono rimasti feriti. Per fortuna tutti pare che siano stati già dimessi. L'obiettivo è naturalmente fare chiarezza ed identificare gli altri coinvolti.

"Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Anche a Sciacca sono stati realizzati diversi servizi, dalle forze dell'ordine, per evitare assembramenti e dunque per prevenire il rischio contagio da Coronavirus.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Palma sotto choc per la morte di Marchese, il sindaco: "Siamo sgomenti per il brutale omicidio"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento