Covid-19, affidati i lavori per creare posti presa gas medicinali

Se ne occuperà una società di Milano per 10.172,23 euro

(foto ARCHIVIO)

L'azienda sanitaria provinciale di Agrigento continua ad attrezzare i presidi ospedalieri. Si teme naturalmente per una seconda ondata epidemiologica e dunque gli ospedali devono essere preparati. E’ in quest’ottica – sempre nell’ambito dell’emergenza Covid-19 - che sono stati aggiudicati i lavori urgenti per l’aggiunta di posti presa gas medicinali nei locali adiacenti al pronto soccorso dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Sciacca.

Gli interventi sono stati aggiudicati, in maniera definitiva, alla “Rivoira pharma srl” di Milano. L’importo dei lavori è di 10.172,23 euro oltre Iva. Sono tantissimi gli interventi che, in tutti questi mesi di pandemia, sono stati fatti in maniera particolare nei due presidi di Agrigento e Sciacca. Per fortuna, fino ad ora, non c’è stato mai veramente bisogno di rendere questi punti Covid-19 operativi. Ma l’azienda sanitaria provinciale di Agrigento ha “risposto” con tempestività ed ha cercato veramente di preparare i presidi ospedalieri per poter dare aiuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Manca sempre il reparto di Malattie infettive in provincia di Agrigento, ma c’è un impegno preciso tanto dall’Asp quanto dall’assessorato regionale alla Sanità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

  • Lampedusa brucia: incendiati i "cimiteri" dei barconi dei migranti, aperta un'inchiesta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento