Il Museo diffuso dei 5 sensi è fra gli 11 Ecomusei creati dalla Regione

I promotori: "Il riconoscimento certifica la bontà dell'azione intrapresa, consolida la rete creata in città tra associazioni, enti ed istituzioni, operatori del turismo, del commercio e dell'artigianato, offre a Sciacca la possibilità di rientrare in circuiti regionali e nazionali che sembravano perduti"

Il presidente Nello Musumeci

Il Museo diffuso dei 5 sensi di Sciacca è ufficialmente tra i primi 11 ecomusei istituiti dalla Regione Sicilia.
Il presidente Nello Musumeci, avvalendosi di un apposito comitato tecnico-scientifico formato da funzionari ed esperti, ha aperto le porte agli ecomusei per rafforzare l'offerta culturale della regione, rafforzare la rete degli attrattori turistici, coinvolgendo direttamente i territori, così superando un immobilismo che perdurava da anni.

Attraverso gli Ecomusei infatti vengono valorizzate ed esaltate le peculiari del territorio, attraverso il coinvolgimento delle comunità locali chiamate a prendersi cura del loro patrimonio e promuoverne la narrazione al mondo.

Grande entusiasmo e soddisfazione a Sciacca per i promotori del Museo Diffuso: il riconoscimento infatti certifica la bontà dell'azione intrapresa, consolida la rete creata in città tra associazioni, enti ed istituzioni, operatori del turismo, del commercio e dell'artigianato, offre a Sciacca la possibilità di rientrare in circuiti regionali e nazionali che sembravano perduti.

Ma soprattutto il Museo diffuso testimonia il valore del lavoro di squadra, conferma la bontà di un progetto di comunità che si allea per il conseguimento dello stesso obiettivo: la valorizzazione del patrimonio, la crescita della città, la narrazione della bellezza che ci circonda; e dimostra che entusiasmo, buona volontà, comunione di intenti sono capaci capace di trascinare la politica (e non viceversa) e superare gli ostacoli della burocrazia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento