Il medico di Sciacca guarito dal Covid-19: "Il virus arriva in silenzio ... sono stati giorni durissimi"

La donna è stata dimessa venerdì dall'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta ed ha potuto far rientro nella sua abitazione

"I primi 13 giorni in isolamento sono stati durissimi, era il momento più acuto della malattia. Ho rischiato la Rianimazione, erano lontani i miei affetti, anche sul piano psicologico è stato tutto molto brutto. I soli a confortarmi erano i colleghi e tutto il personale sanitario di Caltanissetta che mi stavano vicini e verificavano continuamente i miei parametri e ogni aspetto sanitario". Lo ha raccontato al quotidiano La Sicilia la dottoressa 48enne in servizio al reparto di Medicina dell'ospedaale di Sciacca, il cosiddetto "paziente 1" dell'Agrigentino. La donna è stata dimessa venerdì dall'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta ed ha potuto far rientro nella sua abitazione di Palermo.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due tamponi Covid-19 negativi, il medico di Sciacca dimessa da Malattie infettive

"Sono clinicamente guarita, ma non sono ancora in ottime condizioni. Non ho più bisogno di ossigeno H24, lo uso solo al bisogno - prosegue il racconto fatto dal medico al quotidiano La Sicilia - . Ho ancora un po' di tosse, ma niente febbre. E' subdolo, arriva in silenzio, ha varie manifestazioni e dal nulla può arrivare ad una forma gravissima che ti costringe ad essere immediatamente intubato. Lo spettro è vario e le forme asintomatiche sono la maggior parte - prosegue la preziosa testimonianza - . Io ho avuto una forma moderata e sono stata trattata immediatamente con i retrovirali". Il medico ha manifestato amarezza per gli attacchi sui social: "E' indecente come in questi casi la gente si scagli addosso a chi soffre. Stiamo male, soffriamo, ma veniamo additati come untori". 

Coronavirus, primo caso in provincia: positivo al tampone un medico di Sciacca, campione inviato allo Spallanzani

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento