L'incidente mortale di San Giorgio, automobilista iscritto nel registro degli indagati

La Procura ha ipotizzato il reato di omicidio stradale a carico del cinquantenne di Ribera al volante dell'Audi che, venerdì, sulla statale 115, ha investito ed ucciso Pellegrino Muscarnera di 65 anni 

Un tratto della statale 115, all'altezza di contrada San Giorgio a Sciacca

È stato iscritto nel registro degli indagati - per l'ipotesi di reato di omicidio stradale - il cinquantenne di Ribera al volante dell'Audi che, venerdì scorso, sulla statale 115, nella località San Giorgio di Sciacca, ha investito ed ucciso Pellegrino Muscarnera, 65 anni, ed il fratello, di 50 anni, che è ancora ricoverato, in gravi condizioni, alla Rianimazione dell'ospedale Civico di Palermo. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. 

La Procura della Repubblica di Sciacca ha, intanto, disposto la Tac ed accertamenti di laboratorio sul corpo di Pellegrino Muscarnera, di Caltabellotta, per avere una visione più chiara delle conseguenze riportate nell'impatto dal dipendente postale in pensione e dunque sulle cause del decesso.

Pellegrino Muscarnera, assieme al fratello e ad altri familiari, si trovava sulla statale 115, dopo che l' auto sulla quale viaggiava era stata coinvolta in un incidente, quando è sopraggiunta l'Audi, condotta dal cinquantenne riberese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento