Blitz "Passepartout", il deputato Occhionero: "Nicosia? Amareggiata"

Il parlamentare di Italia Viva: "Ringrazio la magistratura e le forze dell'ordine per lo straordinario lavoro di contrasto alla mafia"

Il deputato Giuseppina Occhionero

"Ringrazio la magistratura e le forze dell'ordine per lo straordinario lavoro di contrasto alla mafia. Da ciò che emerge dalle notizie riportate sui giornali quello che diceva e scriveva Nicosia era ben lontano dalla verità, arrivando a veicolare messaggi mafiosi per conto dei detenuti. Quello che si legge nelle intercettazioni è comunque vergognoso e gravissimo".  Lo dichiara, secondo quanto riporta l'Ansa, la parlamentare di Italia Viva Giuseppina Occhionero commentando l'arresto del suo collaboratore Antonello Nicosia.

Blitz "Passepartout", 5 fermati: ci sono anche un capomafia e un collaboratore parlamentare

 "La collaborazione con me - prosegue - durata solo quattro mesi, era nata in virtù del suo curriculum, in cui si spacciava per docente universitario oltre che di studioso dei diritti dei detenuti. Non appena ho avuto modo di rendermi conto che il suo curriculum e i suoi racconti non corrispondevano alla realtà - spiega il deputato - ho interrotto la collaborazione. Le visite in carcere peraltro sono parte del lavoro parlamentare a garanzia dei diritti sia dei detenuti sia di chi vi lavora. Ora sono profondamente amareggiata, ma la giustizia farà il suo corso. Mi auguro nel più breve tempo possibile. Pur essendo del tutto estranea alla vicenda sono comunque a disposizione della magistratura per poter fornire ogni elemento che possa essere utile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le intercettazioni: La morte di Falcone? "Un incidente sul lavoro"

Durante le perquisizioni di Guardia di finanza di Palermo e carabinieri del Ros, ad Antonello Nicosia è stato trovato il tesserino da collaboratore parlamentare, assistente della deputata Occhionero. L'uomo entrava in carcere insieme alla parlamentare, incontrava boss e portava all'esterno i loro messaggi. Durante la perquisizione sono stati sequestrati una carta di credito collegata a conti esteri - e patrimoniali e un'imbarcazione.

IL VIDEO. Le intercettazioni: "Con un deputato ti aprono la cella e la guardia se ne va"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento