Cani avvelenati: è stato usato un antiparassitario tossico vietato

E' lo stesso prodotto usato per la strage di Muciare. Lo hanno stabilito gli accertamenti eseguiti sulle due carcasse dall'Istituto Zooprofilattico di Palermo

(foto ARCHIVIO)

Sono stati avvelenati con il Parathion, un antiparassitario, altamente tossico, che in Italia non può essere acquistato già da anni, i due cani morti nello scorso mese di luglio nella contrada Cutrone e nella via Monte Kronio, a Sciacca. Lo hanno stabilito gli accertamenti eseguiti sulle due carcasse dall'Istituto Zooprofilattico di Palermo. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia. Il Parathion è lo stesso prodotto impiegato per la strage di cani del febbraio 2018 a Muciare quando ne vennero uccisi 30. Gli accertamenti hanno stabilito che i due animali sono stati uccisi con lo stesso antiparassitario.

Uno dei due cani avvelenati a Cutrone e in via Monte Kronio aveva il microchip che era stato collocato dai veterinari quando è stato sterilizzato e prima di essere rimesso in libertà. Il metaldeide, un composto chimico velenoso usato come fitofarmaco contro le lumache e le chiocciole. E' questo che sarebbe stato utilizzato, invece, per avvelenare 17 gatti nella via Cappuccini, sempre a Sciacca. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Mette in vendita i mobili e le rubano 1.050 euro dal bancomat: ecco la nuova truffa

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento