Troppo caldo in casa, "evade dai domiciliari" per una boccata d'aria: arrestato

Il ventiduenne, su disposizione del sostituto procuratore di turno, è stato ricollocato ai domiciliari

Sarebbe stato trovato per strada, a quanto pare mentre passeggiava. Avrebbe però dovuto starsene agli arresti domiciliari. Alla vista dei carabinieri, il ventiduenne non si sarebbe scomposto ed ha spiegato ai militari dell'Arma che gli contestavano l'evasione dagli arresti domiciliari che "in casa non si poteva più restare, troppo caldo ... si boccheggiava". Di fatto dunque il ventiduenne di Sciacca, G. G., sarebbe uscito di casa - dove era appunto agli arresti domiciliari - soltanto per prendere una boccata d'aria. 

Il giovane è stato arrestato ed - su disposizione del sostituto procuratore di turno - è stato ricollocato agli arresti domiciliari. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento