Si cercano le vecchie strade e le sepolture: la Valle dei Templi torna ad essere un cantiere a cielo aperto

Gli scavi archeologici per riportare alla luce gli assetti viari della città antica hanno preso il via negli ultimi giorni, in parallelo si vuole riportare alla luce un gruppo di tombe vicine al Concordia

Gli scavi archeologici davanti al tempio della Concordia

Verranno tracciati e riportati alla luce gli assi viari che erano a monte del tempio della Concordia. Sono ricominciati in questi giorni gli scavi archeologici - che dureranno complessivamente 6 mesi - per riportare alla luce le vecchie strade della città antica. E in contemporanea vengono portati avanti anche quelli, già iniziati qualche settimana prima, per l'indagine e valorizzazione delle sepolture - che si trovano davanti al tempio della Concordia - . Gli archeologici sono al lavoro e la Valle dei Templi è tornata ad essere di nuovo un cantiere a cielo aperto: cantieri di scavo che sistematicamente si rivelano essere degli scrigni ricolmi di tesori. 

Campagna di scavi alla Valle, rinvenuto scheletro di un lattante: si trova ai piedi del Concordia

Ma cresce l'attesa, naturalmente, per l'avvio della terza campagna di scavi per riportare alla luce il teatro Ellenistico. "Stiamo perfezionando alcuni documenti, l'iter è apertissimo, per poter riappaltare gli scavi che dureranno un anno e mezzo circa" - ha spiegato il direttore del Parco archeologico Valle dei Templi, Roberto Sciarratta, - .

Gli scavi del teatro Ellenistico fermi al palo: mancano dei certificati

Non ci sono ancora date, né previsioni di tempi, ma appare probabile che non manchi molto affinché il bando di gara per la nuova campagna di scavi per il teatro Ellenistico venga pubblicato. Gli scavi, in questo caso, sono fermi da un anno circa. C'è stato però un intoppo burocratico: al Parco mancava un nuovo tipo di certificazione, la Iso 9001, divenuta indispensabile per le procedure d'appalto oltre una determinata soglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • La tempesta tiene in ostaggio la provincia, è allerta "arancione": ecco dove resteranno chiuse le scuole

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento