Agrigento, torna libero il cuoco arrestato per droga

A seguito delle tesi avanzate dal difensore, l'avvocato Valentina Fabbrica, per Begdouri Badr Eddine, 29 anni, è stata disposta la scarcerazione

Torna libero Begdouri Badr Eddine, cuoco 29enne di origini marocchine, abitante ad Agrigento, arrestato dai carabinieri del Reparto operativo di Agrigento per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. Ad emettere l'ordinanza di custodia cautelare era stato il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Rimini, a seguito di fatti accertati a Cesena (Fo) il 18 febbraio 2009.

Il provvedimento coercitivo, in larga parte eseguito dai carabinieri del Comando provinciale di Rimini, riguardava nel complesso 28 soggetti, tutti indiziati – a vario titolo – di reati relativi al possesso ed allo spaccio illecito di sostanze stupefacenti. A seguito delle tesi avanzate dal difensore, l'avvocato Valentina Fabbrica, per il cuoco è stata disposta la scarcerazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sfonda il tetto del capannone e precipita da più di 10 metri: 29enne in gravi condizioni

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • Grande Fratello, l'empedoclina Clizia Incorvaia: "Il bacio tra me e Scamarcio? C'è stato"

  • Maxi tamponamento lungo la statale 640: traffico in tilt

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento