Raffica di sbarchi, Salvini: "I maltesi danno benzina e bussole ai migranti"

Il ministro: "Se qualcuno era abituato a trattare l’Italia da campo profughi, con me e con questo Governo, ha sbagliato indirizzo"

Il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini -  commentando i continui, piccoli, sbarchi su Lampedusa - si è scagliato contro Malta ed è stato chiaro: “Se qualcuno era abituato a trattare l’Italia da campo profughi, con me e con questo Governo, ha sbagliato indirizzo. Quindi, se è provato che i francesi scaricano i migranti nei boschi di notte e che i maltesi diano benzina, giubbotti e bussole agli immigrati dicendogli: 'Sempre dritto si arriva in Italia’, a questo punto invece di aspettare le letterine di Bruxelles, siamo noi che mandiamo letteracce a Bruxelles, perché mi sono rotto le palle”.

Lampedusa, negli ultimi giorni, è accerchiata da imbarcazioni cariche di tunisini: in una notte sono arrivati in 29 e in quella successiva in 99. E lo hanno fatto con complessive 6 microscopiche “carrette del mare”. Ieri pomeriggio, una settantina di migranti sono stati soccorsi al largo di Lampedusa da un peschereccio di Mazara del Vallo. I profughi sono stati raggiunti da una motovedetta della Guardia costiera che li ha portati a Lampedusa. In nottata, erano sbarcati sulla più grande delle isole Pelagie – secondo quanto ha riferito “Mediterranea”: l’associazione che sostiene la nave “Mare Jonio” che è impegnata in attività di monitoraggio e soccorso - altri 150 migranti. Tra loro, un gruppo di 27 fra cui 8 donne e 6 bambini che originariamente erano su un gommone di colore nero. Natante che era stato avvistato a più di 70 miglia da Lampedusa. Proprio la nave “Mare Jonio” ha comunicato la propria disponibilità a cooperare con le autorità maltesi per le operazioni di soccorso. Alle 21,40, Malta – stando sempre alla ricostruzione di “Mediterranea” – ha comunicato, via mail, che “il caso era chiuso” e quando “Mare Jonio” ha chiesto se fosse stato già effettuato il recupero delle persone a bordo del gommone, alle 22,10, Malta ha risposto che il gommone aveva raggiunto autonomamente le acque di Lampedusa.

"Troppi indizi ci fanno credere d’essere di fronte a un vero e proprio atto ostile di un altro Paese dell’Unione europea: dopo quanto emerso a Claviere nelle ultime settimane, c'è la sensazione che l’Italia sia sotto attacco – ha detto il ministro Matteo Salvini - . Alcuni Paesi membri dell’Ue - sottolinea il vice premier – si disinteressano degli immigrati e ce li rifilano, mentre Bruxelles ci minaccia di sanzioni per la manovra: non ci faremo intimidire”. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lo stop del Comune al volantinaggio, ecco la proposta-provocazione: "Colpiamo i mandanti"

  • Video

    Dal prezzo del latte a quello del grano, la protesta si allarga: anche gli agricoltori scendono in strada

  • Cronaca

    I controlli non fermano l'abusivismo, scoperti due nuovi casi: cinque denunce

  • Cronaca

    Verso l'addio all'isolamento, vertice a Palazzo Chigi per sbloccare i cantieri delle strade

I più letti della settimana

  • La rivolta dei pastori sardi fa eco nell'Agrigentino, Emanuel: "Ho 23 anni, qual è il nostro futuro?"

  • "L'ho visto a terra maciullato", racconto schock di un collega dell'operaio morto in cantiere

  • "Occupano una casa e il proprietario li minaccia con la pistola": 6 denunciati

  • Traffico di droga, scoperta una associazione a delinquere: 15 arresti

  • Traffico di hashish, scatta il blitz "Mare magnum" con 15 arrestati: ecco tutti i dettagli

  • "Hanno estorto 250 mila euro all'impiegato infedele delle Poste": arrestata una coppia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento