Turismo religioso, i sindaci: "Vertice urgente per sbloccare l'Itinerarium Rosalie"

Francesco Cacciatore: "L'auspicio è che il percorso possa definitivamente decollare e diventare vero veicolo di promozione di un magnifico territorio dell’entroterra dove vi sono testimonianze del passaggio di Santa Rosalia"

L'eremo di Santa Rosalia

Chiesto un incontro urgente all'assessorato regionale all'Agricoltura per poter risolvere, in maniera definitiva, i problemi logistici e strutturali relativi all'itinerario turistico-religioso "Itinerarium Rosalie". Lo hanno fatto i sindaci dei Comuni di Santo Stefano Quisquina, Palermo e Monreale: rispettivamente Francesco Cacciatore, Leoluca Orlando e Alberto Arcidiacono. Ieri, i tre amministratori erano presenti, a Montepellegrino, alla celebrazione eucaristica in occasione dei festeggiamenti per Santa Rosalia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’auspicio comune è che l’Itinerarium Rosaliae possa definitivamente decollare e diventare vero veicolo di promozione di un magnifico territorio dell’entroterra fra le province di Palermo e Agrigento dove - ha spiegato il sindaco di Santo Stefano Quisquina, Francesco Cacciatore, - vi sono testimonianze del passaggio di Santa Rosalia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento