Primo giorno di controlli al "San Giovanni di Dio", fioccano le multe grazie allo "Street control"

Gli agenti hanno elevato una cinquantina di verbali nei confronti di autovetture che erano state parcheggiate al di fuori delle aree adibite alla sosta e hanno fatto anche un sequestro

Primo giorno di controlli all'interno dell'area di sosta del "San Giovanni di Dio" da parte della polizia locale e prime multe. In totale, gli agenti hanno elevato una cinquantina di verbali per sanzionare automobili che erano state parcheggiate al di fuori delle aree adibite, sui marciapiedi o in luoghi che avrebbero potuto intralciare il passaggio di altri mezzi: quelli di soccorso nonché l'autobus urbano. Grazie al sistema dello "Street control" è stato possibile anche individuare una macchina priva di assicurazione che è stata sequestrata.

LE VIDEO INTERVISTE. Venuti: "I bus urbani dopo due anni potranno tornare nell'area dell'ospedale"

Le telecamere, durante il normale tour cittadino, hanno elevato altri 100 verbali, sempre per auto in divieto di sosta, parcheggiate sui marciapiede e sugli attraversamenti pedonali. Sono stati inoltre effettuati due sequestri amministrativi per mezzi scoperti con assicurazione scaduta, mentre altre due auto sono state sorprese senza revisione. 

Le attività di verifica proseguiranno nei prossimi giorni, finché la situazione dentro l'area di sosta non si sarà normalizzata e gli incivili avranno imparato a rispettare i diritti altrui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Col passato ho chiuso e studio per diplomarmi", ex braccio destro del boss chiede di tornare libero

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento