Volto coperto e nessuna arma in pugno: in due rapinano la Posta

I malviventi sono riusciti ad impossessarsi di tutti i soldi che erano in cassa: circa mille euro. I carabinieri stanno battendo palmo a palmo l'intero territorio comunale per provare a rintracciarli

(foto ARCHIVIO)

Con il volto parzialmente travisato e apparentemente non armati, in due hanno fatto irruzione all'ufficio postale di via Alessandro Veneziano a San Biagio Platani. Minacciando chi, in quell'esatto momento si trovava dientro il bancone, i rapinatori si sono fatti consegnare tutti i soldi che c'erano in cassa: complessivamente circa mille euro. Arraffato il denaro, i criminali si sono immediatamente dileguati. Non è chiaro - non al momento - se i due siano fuggiti a piedi o su qualche mezzo, magari lasciato nelle immediate vicinanze. 

Scattato l'allarme, in maniera fulminea, all'ufficio postale si sono precipitati i carabinieri. E' stata, grosso modo, ricostruita la dinamica del fatto di microcriminalità e altrettanto immediatamente i militari dell'Arma hanno avviato il rastrellamento del territorio comunale. Posti di controllo sono stati realizzati tanto in centro quanto nelle periferie: soprattutto all'uscita del piccolo Comune di San Biagio Platani. I carabinieri, tutti coordinati dal comando compagnia di Cammarata, stanno battendo palmo a palmo l'intero territorio per provare a rintracciarli. Non è escluso che sia stato già avviato l'iter per acquisire eventuali filmati di video sorveglianza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessuno, per fortuna, durante il colpo dei due delinquenti, s'è fatto male. Appena a metà mese, grosso modo con analoghe modalità, è stata messa a segno un'altra rapina: sempre alla Posta, ma in piazza Cavour, a Favara

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Coronavirus, sabato di "follia" a Porto Empedocle: "ressa" davanti al supermercato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento