A Porto Empedocle si lavora per lo stadio, Urso: "Agibilità? Ci proviamo"

L'assessore allo Sport questa mattina ha fatto visita all'impianto sportivo empedoclino: "Con impegno e dedizione contiamo di raggiungere ogni traguardo"

Salvatore Urso e Ida Carmina

Lo stadio “Vincenzo Collura” di Porto Empedocle potrebbe riaprire quanto prima. L'amministrazione comunale empedoclina in queste ore sta lavorando sodo per restiuire alla città l’impianto sportivo. Stamattina l’assessore allo sport, Salvatore Urso ha fatto “visita” al “Collura”.

“Nonostante gli evidenti limiti finanziari del nostro ente - ha detto Urso - ci siamo già attivati con la massima disponibilità per riportare agibilità e decoro allo sport empedoclino. Con impegno e dedizione contiamo di raggiungere ogni traguardo. Vogliamo fare il massimo per ridare agibilità alla struttura e di conseguenza favorire l’Empedoclina calcio, in modo da riattivare al meglio lo sport della nostra città".

In queste ore la macchina organizzativa dell'Amministrazione di Porto Empedocle non si ferma, Urso dice: "Abbiamo dei limiti finanziari, ma non per questo vogliamo fermarci".

                                       13599892_1730870753796746_4390219586874752476_n-2

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento