Rumori e odore nauseabondo al centro di stoccaggio: i residenti chiamano il 113

I poliziotti della sezione Volanti hanno constatato le segnalazioni degli abitanti: è il primo passo verso l'esposto

Una veduta dell'area usata come centro di stoccaggio

Sabato scorso, ormai sul piede di guerra da settimane, erano scesi in strada e con un sit-in avevano, platealmente, protestato contro il ripristino del centro di raccolta rifiuti nell’area antistante al rudere del campo sportivo. Nelle ultime ore, poi, gli abitanti di via Dioscuri, nel quartiere commerciale del Villaggio Mosè, hanno chiamato, e fatto intervenire, la polizia di Stato. Gli agrigentini hanno voluto che i poliziotti della sezione Volanti della Questura di Agrigento effettuassero, e mettessero a verbale, la constatazione dell’odore nauseabondo al quale sono, di fatto, costretti. Cosa che gli agenti hanno, appunto, fatto, così come la raccolta delle dichiarazioni dei residenti che parlano di rumori intollerabili a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL VIDEO. No al centro di stoccaggio rifiuti sotto casa, al Villaggio Mosè scoppia la protesta 

Quanto è accaduto – ossia la richiesta di intervento al 113 e la constatazione effettuata dalla polizia di Stato – sembra essere, così appariva ieri, il primo passo verso la formalizzazione, da parte degli abitanti di via Dioscuri, nella zona di piazza Del Vespro, di un esposto.  “C'è troppa puzza e arriva dal centro di stoccaggio rifiuti" – hanno continuato a ripetere, ai poliziotti questa volta, gli abitanti di via Dioscuri - . Le case sono a circa 15 metri. Questo è il primo passo verso l'esposto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento