Cittadinanza onoraria a Rocco Forte, in consiglio comunale la proposta di revoca

Domani seduta dell'aula "Sollano" con due punti in contraddizione tra loro

L'imprenditore Rocco Forte

Concedere la cittadinanza onoraria a Rocco Forte o ritirare l'atto per evitare l'ennesima brutta figura? Su questa domanda quasi "amletica" si confronteranno i consiglieri comunali di Agrigento.

La giunta Firetto ha deciso: pronte due nuove cittadinanze onorarie

All'ordine del giorno dei lavori di "Aula Sollano" infatti sono stati inseriti due punti totalmente opposti tra loro: uno per consegnare all'imprenditore inglese la cittadinanza agrigentina (che era stata proposta a novembre e che è stata votata 2 volte senza esito) l'altro per chiedere all'Amministrazione comunale di revocare la stessa.

"Maggioranza incapace", l'opposizione chiede la revoca della proposta di cittadinanza a Rocco Forte

L'atto partendo dal presupposto che "i consiglieri filogovernativi non sono riusciti a garantire in aula i numeri necessari” e che a causa delle "sedute e le votazioni infruttuose"  è diventato "antieconomco mantenere il punto in Odg” e lo stesso “ha perso di significato”, chiede appunto la revoca della proposta. L'Amministrazione comunale potrà ovviamente non tenere alcun conto del punto, ma appare molto complesso, se non impossibile, che la proposta di "agrigentinizzare" Rocco Forte possa passare senza il contributo dell'opposizione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento