Rifiuti, "trovati" circa 3 milioni di euro: nel pomeriggio la trattativa con le ditte

Bisogna ancora vedere se il raggruppamento di imprese - creditore nei confronti dell'Ato per oltre 11 milioni di euro - si "accontenta" della somma, facendo rientrare i 400 licenziamenti avviati ieri. Nel pomeriggio l'incontro con i sindacati e le ditte

Un momento della riunione stamani all'Ato Gesa Ag2

Poco meno di 3 milioni di euro, di cui un milione e mezzo messo a disposizione dal Dipartimento regionale dell'ambiente e i restanti "promessi" dai sindaci dei 19 Comuni appartenenti all'Ato Gesa Ag2. Non è confermata dai protagonisti del tavolo di trattativa, ma sarebbe comunque questa la cifra emersa stamani nel corso della riunione tra il commissario straordinario del Dipartimento regionale dell'ambiente, Maurizio Norrito, il commissario liquidatore della Gesa Ag2, Teresa Restivo, e i rappresentanti dei Comuni. 

Bisogna, però, vedere se innanzitutto i Comuni mantengono la promessa dei soldi; e poi se il raggruppamento di imprese - creditore nei confronti dell'Ato per oltre 11 milioni di euro - si "accontenta" della somma, facendo rientrare i 400 licenziamenti avviati ieri e facendo, dunque, riprendere la raccolta. "Spero di far tornare indietro le ditte dal paventato licenziamento, portando sul tavolo delle trattative i risultati di stamattina che ritengo siano positivi" ha detto Maurizio Norrito, che nel corso della giornata è intervenuto smentendo .

 
"Con la somma raccolta – ha continuato il commissario straordinario del Dipartimento regionale dell'Ambiente – potremmo riuscire a garantire la regolare raccolta fino a metà dicembre. Nel frattempo ci auguriamo che i sindaci racimolino altre somme e che l'Ato proceda con la lotta all'evasione".
 
Intanto c'è chi, come il sindaco di Grotte, ha richiesto di essere autorizzato in deroga a fare riprendere il regolare servizio, pagando direttamente le spettanze al raggruppamento di imprese ed al gestore della discarica, ​anziché bypassare dall'Ato Gesa Ag2.
 
All'incontro erano presenti i sindaci di Agrigento, Aragona, Cammarata, Castrofilippo (commissario), Grotte, Joppolo Giancaxio, Montallegro, Raffadali, Sant'Angelo Muxaro, il vicesindaco di Favara, il vicesindaco di Siculiana e il segretario generale di Realmonte e Porto Empedocle. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

  • Su e giù dai carri e continue risse, il questore "ferma" il Carnevale di Palma

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento