Riduzione dei consumi energetici, l'assessorato: ammissibili otto progetti

Sono stati presentati dai Comuni di Palma di Montechiaro, Ravanusa, Canicattì, Santa Elisabetta e Sambuca di Sicilia

Complessivamente, a livello regionale, ci sono 45 milioni di euro a disposizione. E sono otto i progetti – presentati dai Comuni di Palma di Montechiaro, Ravanusa, Canicattì, Santa Elisabetta e Sambuca di Sicilia – che sono stati ritenuti ammissibili al finanziamento nell'ambito dell'azione del Po Fesr Sicilia 2014/2020: “Promozione dell'eco-efficienza e riduzione dei consumi di energia primaria negli edifici e nelle strutture pubbliche: interventi di ristrutturazione di singoli edifici o complessi di edifici, installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici (smart building) e delle emissioni inquinanti anche attraverso l’utilizzo di mix tecnologici, installazione di sistemi di produzione di energia da fonte rinnovabile da destinare all’autoconsumo”.

E’ stato ritenuto ammissibile, dall’assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di pubblica utilità – il progetto di Ravanusa sui lavori di ristrutturazione, promozione dell’eco-efficienza e riduzione dei consumi di energia della biblioteca comunale con annesso museo. Progetto da 550 mila euro. L’ammissibilità – sempre per un secondo progetto presentato dal Comune di Ravanusa – è stata garantita al piano dei lavori per la ristrutturazione, promozione dell’eco-efficienza e riduzione dei consumi energetici del centro diurno per anziani. E in questo caso, la stima dei fondi necessari è di 385.800 euro.

Stessa sorte – ossia l’ammissibilità al finanziamento - anche per il progetto, da 522.606,80 euro, presentato dal Comune di Santa Elisabetta, per i lavori di manutenzione straordinaria per l’efficientamento energetico e l’abbattimento delle barriere architettoniche dei locali della biblioteca comunale.

Due i progetti invece che potrebbero ottenere i fondi necessari per il Comune di Palma di Montechiaro: quello per i lavori di recinzione e di promozione dell’eco-efficienza delle scuole Guazzelli e Livatino (da 834 mila euro) e quello per la trasformazione del tetto piano e promozione dell’eco-efficienza della scuola Arena delle rose da 700 mila euro. 

Ritenuto ammissibile anche il progetto, presentato dal Comune di Sambuca di Sicilia, per i lavori di adeguamento degli impianti di efficientamento energetico del centro sociale “Fava”. Un piano di lavori da 505 mila euro.

Due, infine, quelli ritenuti ammissibili presentati dal Comune di Canicattì. Uno riguarda la realizzazione di impianti fotovoltaici su tutti gli edifici comunali, secondo stralcio esecutivo, presso l’istituto comprensivo Gangitano. Progetto da 999.744 euro. L’altro progetto, sempre del Municipio di Canicattì, riguarda invece la realizzazione di impianti fotovoltaici, primo stralcio, presso il circolo didattico statale “Don Bosco”: piano dei lavori da 999.620,64 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento