Chiesti 45 mila euro di risarcimento, Comune assediato dai debiti fuori bilancio

L'agrigentina che ha citato in giudizio il Municipio è rimasta ferita dopo essere caduta, a causa di un dislivello stradale, in via Imera

Ha citato il Comune davanti al tribunale di Agrigento e chiede la condanna al risarcimento danni di 45.626,71 euro. Era il 27 aprile del 2013 quando l’agrigentina, percorrendo a piedi il marciapiede di via Imera, una volta giunta nei pressi di un panificio, mentre si accingeva ad attraversare la strada, cadeva a causa del dislivello presente sul manto stradale e riportava gravi danni fisici. Il sindaco Lillo Firetto ha autorizzato la costituzione in giudizio dell’ente ed ha conferito l’incarico di difesa e rappresentanza del Comune all’avvocato Agata Vecchio, funzionario specialista del primo settore di palazzo dei Giganti.

Questa citazione del Municipio in tribunale, per il risarcimento danni, è soltanto l’ultima in ordine di tempo. Sistematicamente a palazzo dei Giganti arrivano richieste di risarcimento e citazioni davanti al tribunale o il giudice di pace. Un trend che va di pari passo con tutte le sentenze trasformatesi in debiti fuori bilancio che il consiglio comunale della città dei Templi è chiamato a riconoscere. Perché la maggior parte dei debiti fuori bilancio derivano proprio da contenziosi di questo genere. Appena nei giorni scorsi, all’ordine del giorno c’era il riconoscimento della legittimità di ben 25 debiti fuori bilancio – per oltre 100 mila euro –. “Tutti debiti derivanti da sentenze per contenziosi sorti prima del 2015, prima dunque dell’insediamento dell’attuale amministrazione” – aveva tenuto a sottolineare il sindaco Lillo Firetto - .

Il Comune sta già pagando circa 40 milioni di euro per i debiti fuori bilancio. Ha contratto e sta pagando un mutuo trentennale. Ma da quel mutuo per pagare i 40 milioni di euro non è certamente finita perché, nel frattempo, appunto, sono stati riconosciuti altri debiti fuori bilancio per oltre 5 milioni. E ne verranno riconosciuti, inevitabilmente, altri. Si tratta di un andazzo che veramente potrebbe compromettere il tentativo, quasi disperato, di riequilibrio e risanamento delle finanze comunali. Perché i debiti da pagare non soltanto ci sono, ma aumentano. E i tagli ai   trasferimenti dello Stato e della Regione sono sempre più pesanti: oltre un milione di euro in tre anni. 

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Blitz antimafia "Assedio", ecco i nominativi dei fermati

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento