Richard Gere a Lampedusa, l'attore americano sostiene "Open Arms"

La star hollywoodiana sarà presente alla conferenza stampa che si terrà all’aeroporto dell'isola. Attivista umanitario si è schierato, da sempre, dalla parte dei più deboli

Richard Gere a Lampedusa

Ha soccorso 121 persone nel mar Mediterraneo, sono passati otto giorni e nessuna novità per la Open Arms. La Ong spagnola è, quasi certamente, ormai al corto di viveri, una situazione ai limiti dello stremo che non accenna finire.

Angurie, pasta e pomodori: Richard Gere porta dei viveri alla ong Open Arms

La nave si trova al centro tra Lampedusa e Malta. Al fianco dell’imbarcazione la barca a vela Astral, sono stati loro a tendere una mano alla ong spagnola.

"Le Donatella" infiammano Lampedusa, sull'isola anche lo chef Rubio

Gli innumerevoli appelli sui social, ma anche testimonial blasonati. Infatti, a sostegno della nave umanitaria, anche l’attore statunitense, Richard Gere. L’americano è volato a Lampedusa, sotto gli occhi quasi sbigottiti degli isolani. L’artista non è passato inosservato. Una cena in un ristorante rinomato dell’isola e poi qualche scatto con i fans.

Richard Gere, questo pomeriggio, sarà al fianco della Ong Open Arms. L’americano sarà al fianco di Oscar Camprs e al direttore Riccardo Gatti. Con loro anche lo chef Rubio. L’attore ed il cuoco sono attivisti e sostenitori umanitari.

I sapori di Lampedusa

Un assaggio di sapori di Lampedusa, ieri sera, alla trattoria Terranova, per l'attore di Hollywood Richard Gere. La cena del divo americano - attivista per i diritti umani, che da anni si batte per dare voce ai più vulnerabili, giunto a Lampedusa per dare il suo sostegno all'equipaggio e ai 121 migranti a bordo della Open Arms - è stata composta da assaggi di burrate, gnocchi con gamberetti e pesto, spaghetti alla norma, fettuccine al nero di seppia. Ad accompagnare il tutto il vino bianco Quater vitis. "Richard Gere un vero gentiluomo, è stato un onore e un piacere averti a casa nostra" - hanno scritto i proprietari della trattoria Terranova - .

 Richard Gere-3

Una lanterna per Open Arms

Attivisti e isolani, per la seconda notte consecutiva, sono rimasti a dormire, avvolti nelle coperte termiche che si usano per i migranti dopo i salvataggi in mare, sul sagrato della parrocchia di San Gerlando a Lampedusa. E lo hanno fatto "per tenere accese le luci e indicare la giusta rotta e per esprimere vicinanza alle persone a bordo della Open Arms. Invitiamo quanti vogliano manifestare la propria solidarietà ai passeggeri e all'equipaggio della Open Arms ad accendere e tenere accesa una lanterna durante la notte o - hanno scritto dal Forum Lampedusa solidale - ad organizzare iniziative analoghe anche nel resto d'Italia".

lampedusa-11

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento