"Avevano pezzi di mezzi rubati", arrestati per ricettazione due giovani

Diverse le perquisizioni che sono state realizzate sia nella periferia della città dei Templi che nel Comune di Raffadali

Sarebbero stati trovati in possesso di pezzi di mezzi rubati. Per l’ipotesi di reato di ricettazione, nella tarda serata di lunedì, due trentacinquenni sono stati arrestati. Si tratta di Gerlando Volpe di Agrigento, che ha nominato quale suo difensore l’avvocato Daniele Re, e di Angelo D’Antona di Raffadali che ha invece nominato, quale suo legale di fiducia, l’avvocato Alba Raguccia. Ad effettuare l’arresto, in flagranza di reato, sono stati i poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento.

Agenti che, anche ieri, nonostante il trascorrere delle ore, erano ancora al lavoro: diverse, infatti, le perquisizioni che sono state realizzate sia nella periferia della città dei Templi che nel Comune di Raffadali. Dalla Questura, ieri, nessuno lasciava trapelare alcuna indiscrezione. Il sostituto procuratore di turno, Chiara Bisso, titolare del fascicolo d’inchiesta immediatamente aperto, ha disposto per i due giovani – indagati per l’ipotesi di reato di ricettazione - gli arresti domiciliari.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Traffico di migranti, operazione "Barbanera": due indagati in carcere e uno ai domiciliari

  • Cronaca

    Futuro della statale 640 e della Agrigento - Palermo, i sindaci chiedono incontro a Toninelli

  • Cronaca

    "Accusò consiglieri di volere aprire altri centri di accoglienza", assolto militante M5s

  • Cronaca

    "Case in vendita a 1 euro" boom di richieste per Sambuca di Sicilia

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre auto sulla Agrigento-Palermo: un morto e tre feriti

  • Si getta in mare per farla finita, 60enne salvata in extremis dai carabinieri

  • "Notti da Far West", sgominata la gang: 4 arresti e 3 divieti di dimora

  • "Torture sessuali al compagno di cella per estorcergli sigarette", a giudizio

  • Cammarata è sotto choc, il sindaco: "La statale 189 è la strada della morte, l'Anas riveda e renda sicuro questo tracciato"

  • Un cane all'ingresso del pronto soccorso, la protesta: "Si rischiano infezioni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento