Ufficio postale chiuso da cinque mesi a Ribera, Uil: "Situazione ingestibile"

La struttura è stata chiusa per infiltrazioni dopo l'alluvione che ha colpito il territorio, il sindacato chiede un intervento del sindaco

L'insegna di un ufficio postale

Sono passati cinque mesi dall'alluvione che ha colpito Ribera e i territori circostanti, ma l'ufficio postale è ancora chiuso. La Uil di Agrigento fa sentire la propria voce con Gero Acquisto e Carmelo Di Bennardo sulla chiusura della succursale Ribera 1, che sta arrecando numerosi disagi ai cittadini, un bacino d'utenza di 20 mila persone.

"Sulla vicenda è calato il silenzio - scrivono i sindacalisti in una nota - . Dopo le infiltrazioni che hanno colpito la succursale e la relativa chiusura, ancora oggi nulla si è mosso. Come sindacato abbiamo già da tempo denunciato una situazione invivibile che ha portato a cascata conseguenze finora nefaste".

"Si è accorpato tutto nella sede di Ribera Centro - spiegano i sindacalisti - questo ha determinato una situazione ingestibile con il rischio di scazzottate e mancanza di serenità all'interno della stessa sede tra personale e utenza. Non abbiamo trovato finora riscontro tangibile da parte del sindaco, Carmelo Pace, dal momento che la proprietà dell'immobile è del Comune". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento