Giustizia fai da te? "Sequestrano il 30enne che li aveva derubati": arrestati due braccianti

Il giovane che si era impossessato di due forbici elettriche è stato costretto a salire sull'autovettura. Determinanti le chiamate al 112 e le testimonianze di molti cittadini

Subiscono il furto di due forbici elettriche da potatura, del valore di alcune centinaia di euro, e attuano il metodo della "giustizia fai da te". Due braccianti agricoli, ritenendo responsabile del furto un trentenne romeno domiciliato a Ribera, si sono presentati nell'abitazione dell'uomo, lo hanno malmenato e minacciato con un coltello. Poi, lo hanno prelevato con forza, costringendolo a salire su un'autovettura. Qualcuno, accorgendosi di quanto stava accadendo e temendo il peggio, ha chiamato il 112. I carabinieri sono accorsi e sono riusciti ad intercettare e bloccare, dopo un breve inseguimento, l'auto su cui viaggiavano i due braccianti agricoli e il romeno. 

I riberesi - Vito Fiorito di 34 anni e Giuseppe Taormina, di 27, sono stati arrestati per l'ipotesi di reato di sequestro di persona. Su disposizione del sostituto procuratore di turno, entrambi sono stati posti ai domiciliari.

I carabinieri hanno anche sentito - in quella che è stata, di fatto, un'indagine lampo - vari testimoni. Sono state effettuate delle perquisizioni che hanno consentito di trovare e sequestrare il coltello utilizzato per le minacce al romeno mentre, a casa del trentenne, i carabinieri hanno ritrovato le forbici elettriche. Al termine degli accertamenti, per il romeno vittima del sequestro, è stata formalizzata una denuncia per ricettazione. 

Ancora una volta, per il buon esito delle indagini si è rivelato fondamentale e prezioso il contributo di alcuni cittadini: sia per la tempestiva telefonata al “112” che per le testimonianze fornite nell’immediatezza agli investigatori.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Curnuti e vastuniati !!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Perquisizioni sulla "Sea Watch 3" e comandante sotto torchio: "Rifarei tutto quello che ho fatto"

  • Cronaca

    Girgenti Acque sempre più indebitata: l'Ati punta a incassare oltre 830mila euro

  • Cronaca

    "Il corpo era devastato, non c'è stato il tempo di salvarlo": racconto choc di un soccorritore

  • Cronaca

    "Non si fece corrompere dal vivaista con quaranta palme", assolto l'ex presidente D'Orsi

I più letti della settimana

  • Colta da un malore improvviso: muore dirigente scolastico di Palma di Montechiaro

  • Incidente sul lavoro a Palma di Montechiaro, colpito dalla benna di una ruspa: muore operaio di 57 anni

  • Piero Barone canta a Tokyo, "Il Volo" top nella classifiche in Giappone

  • Parroco di Lampedusa "sfida" via Twitter Salvini: "Ti affido alla Madonna di Porto Salvo"

  • La patente NCC: cos'è e come si ottiene

  • L'incidente mortale sul lavoro a Palma di Montechiaro, aperta un'inchiesta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento