Affiancata e scippata da un malvivente: pensionata ottantenne sotto choc

Il delinquente, in maniera fulminea, è riuscito a portar via la collana che l'anziana indossava. Il danno è stato stimato in circa 200 euro

Stava camminando lungo il marciapiede, di via Nuova, la pensionata ottantenne che, martedì pomeriggio, è stata scippata da un malvivente. Un uomo, con agire fulmineo, ha avvicinato l’anziana e le ha strappato la collana d’oro che aveva al collo. Immediatamente il delinquente si è allontanato fino a scomparire. Le urla della pensionata hanno, naturalmente, richiamato l’attenzione dei passanti e qualcuno ha lanciato l’Sos alla centrale operativa dei carabinieri. La pensionata, seppur sotto choc, non è rimasta, per sua fortuna, ferita.

I carabinieri della tenenza di Favara hanno subito avviato le ricerche del delinquente che, però, almeno fino ad ieri, sembrava averla fatta franca. La collana – stando alla denuncia che è stata formalizzata dall’anziana – aveva un valore di circa 200 euro. Poche le informazioni che la pensionata ottantenne, a causa dello choc subito, sarebbe riuscita a fornire ai carabinieri. I militari dell’Arma della tenenza di Ribera hanno comunque avviato subito le indagini. E’ scontato che uno dei primi passi investigativi mossi sia stato quello di verificare se, nella zona dove è avvenuto lo scippo, sono presenti o meno telecamere di video sorveglianza. Impianti pubblici o privati che potrebbero comunque contribuire a dare una immediata svolta all’attività investigativa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

  • Totano gigante si arena sulla spiaggia: curiosità e incredulità a Punta Grande

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento