"Rapinò una tabaccheria", Procura chiede giudizio immediato per 41enne

Il bottino fu magro: appena 50 euro. L'udienza è stata fissata per il 19 giugno

(foto ARCHIVIO)

La Procura di Sciacca ha chiesto il giudizio immediato per Michele Acquisto, 41 anni, di Ribera, disoccupato, incensurato, che è agli arresti domiciliari. L'uomo è accusato di aver rapinato una tabaccheria, magro il bottino: appena 50 euro. Poi si sarebbe dato alla fuga, ma è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri. 

"Se non mi dai i soldi ti scanno": arrestato dopo un'ora il rapinatore 

L'udienza è stata fissata per il 19 giugno. Il suo difensore, l'avvocato Lucia Borsellino, sta valutando una richiesta di giudizio abbreviato. Il quarantunenne è accusato d'aver messo a segno la rapina, nel momento in cui un cliente ha tirato fuori una banconota da 50 euro, mettendola sul tavolo dell'anziana commerciante. Avrebbe estratto un grosso coltello dalla tasca del giubbotto, puntandolo contro la donna dicendo: “Se non mi dai i soldi, ti scanno”. 

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

  • Difese immunitarie: come migliorarle con rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Blitz antimafia "Assedio", ecco i nominativi dei fermati

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento