"Strangolò anziano in una struttura per disabili psichici": scarcerato 62enne

L'uomo è stato trasferito in una residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza, una struttura sanitaria di accoglienza per soggetti affetti da disturbi mentali

La comunità di Ribera dove è avvenuto il delitto

Salvatore Italiano, 62 anni di Ribera, accusato dell'omicidio di Gaetano La Corte di 75 anni, è stato trasferito - secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia - in una residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza, una struttura sanitaria di accoglienza per soggetti affetti da disturbi mentali. La scarcerazione è stata disposta il giudice del tribunale di Sciacca Antonino Cucinella.

La perizia ha stabilito che Italiano non era capace di intendere e di volere al momento del fatto. Il perito, uno psichiatra forense, nominato dal giudice, è stato sentito in aula durante l’incidente probatorio. La richiesta della perizia era stata avanzata dalla difesa di Italiano che adesso è rappresentata dall’avvocato Calogero Lo Giudice. Italiano è accusato di avere strangolato La Corte all’interno di una struttura per anziani con disabilità psichica che si trova nel centro di Ribera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento