Dopo 72 ore di pioggia il fiume Platani esonda: pesanti danni ai frutteti

Secondo gli agricoltori, serve un progetto per bloccare le esondazioni e mettere al riparo migliaia di ettari di coltivazioni

(foto ARCHIVIO)

Il fiume Platani, fra Ribera e Cattolica Eraclea, è esondato. Dopo 72 ore di pioggia, l'acqua è arrivata ed ha invaso gli agrumeti, creando danni alla produzione, ma è stata compromessa anche la viabilità rurale. Il letto del fiume è più alto rispetto al livello degli agrumeti che, dunque, non appena il fiume è in piena si allagano. Serve un progetto per bloccare le esondazioni e mettere al riparo migliaia di ettari di frutteti. L'intervento più urgente da realizzare, sostenevano ieri - secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia - gli agricoltori, è la pulizia del letto del fiume e la risagomatura degli argini. Si eviterebbero, di fatto, le esondazioni e le conseguenziali richieste di risarcimento danni che, praticamente ogni anno, i coltivatori sono costretti ad avanzare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento