Disabile trovato morto in una comunità, è stato assassinato? Fermato un sospettato

Il sostituto procuratore ha autorizzato l'autopsia sul cadavere dell'anziano. E' appurare la natura dei lividi che la vittima aveva sul collo

La comunità di Ribera

Sarebbe morto per soffocamento l'anziano di 75 anni che era ospite della comunità alloggio per malati psichici di Ribera. Lo riferiscono fonti investigative secondo le quali il medico legale avrebbe rinvenuto dei lividi sul collo. La Procura di Sciacca ha aperto un'inchiesta per accertare le cause della morte, avvenuta nella tarda mattinata. 

Il cadavere, sul letto della sua stanza di degenza, è stato trovato dagli assistenti sanitari. Sul posto i carabinieri, il medico legale e il magistrato di turno. Fonti investigative parlano di "anomalie" in ordine alla vicenda. La Procura di Sciacca ha disposto il sequestro dell'ala corrispondente alla camera nella quale è stato rinvenuto il cadavere dell'uomo. Sono tuttora in corso i rilievi.

Sono in corso anche gli interrogatori - che stanno portando avanti i carabinieri della compagnia di Sciacca e della tenenza di Ribera - nei confronti del personale sanitario del centro per individuare elementi utili a risalire al responsabile di quello che, al momento, sembrerebbe essere un omicidio. 

In serata, un uomo stato fermato perchè sospettato dell'omicidio di Gaetano La Corte, l'anziano di 75 anni ospite della comunità alloggio per disabili psichici. Il sostituto procuratore di Sciacca, Roberta Griffo, ha autorizzato l'autopsia sul cadavere dell'uomo. Si rende necessario appurare la natura dei lividi che la vittima aveva sul collo. La Corte sarebbe stato ucciso per soffocamento. Il fermato, che è interrogato dagli inquirenti, non lavorerebbe nella struttura.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento