"Volevano i soldi e la carne", giovani selvaggiamente picchiati per rapina: due fermi

I ragazzi, di 20 e 23 anni, sono finiti al pronto soccorso dell'ospedale dove i medici hanno diagnosticato varie ferite e traumi

Avrebbero aggredito, violentemente picchiato e minacciato di morte due connazionali nel tentativo di derubarli. Volevano i soldi, ma volevano anche la carne e quei pochi generi alimentari che i due tunisini avevano comprato. Due extracomunitari che si stavano preparando, a quanto pare, a fare una cena all'aperto.

Gli autori di quella che è stata una vera e propria aggressione per mettere a segno una rapina sono stati individuati - dai carabinieri della tenenza di Ribera e da quelli della compagnia di Sciacca - e sono stati già sottoposti a fermo. Si tratta di Kalil Karoui di 31 anni e Safoine Moussa di 23 anni. Sono ritenuti responsabili di rapina aggravata, minacce e lesioni. Si tratta di due persone già destinatarie di decreto di espulsione.  

I due tunisini - vittima della rapina - hanno tentato di opporsi, di reagire e, per questo motivo, sono stati presi a calci e pugni, ma anche a feriti con bottiglie di vetro rotte. I ragazzi, di 20 e 23 anni, sono finiti al pronto soccorso dell'ospedale di Ribera dove i medici hanno diagnosticato varie ferite e traumi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento