"Accoltellamento in una sala giochi", condannati due fratelli

Il giudice ha inflitto 5 anni di reclusione al primo e 3 anni e 2 mesi al secondo che è stato ritenuto responsabile di concorso nel tentato omicidio ed è stato assolto dall'accusa di porto di un coltello

Una udienza giudiziaria (foto archivio)

II fratelli riberesi Stefano e Vincenzo Scoma, di 22 e 30 anni, sono stati condannati per tentato omicidio. Il giudice del tribunale di Sciacca, Antonino Cucinella, ha inflitto 5 anni di reclusione al primo e 3 anni e 2 mesi al secondo che è stato condannato per concorso nel tentato omicidio ed assolto dall' accusa di porto di un coltello. Il processo a carico dei due è stata celebrato con il rito abbreviato. Lo riporta il Giornale di Sicilia.

L'inchiesta è quella sull'accoltellamento di un giovane riberese, ad ottobre dello scorso anno, in una sala giochi di Ribera. La difesa di Stefano Scoma, con l'avvocato Nicola Puma, aveva chiesto, in via principale, il riconoscimento della legittima difesa ed in subordine la riqualificazione del reato in lesioni. Sulla riqualificazione in lesioni ha puntato anche l'avvocato Accursio Piro, difensore di Vincenzo Scoma.

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento