Referendum confini tra Favara, Agrigento e Aragona, spunta il problema quorum

Nel decreto che autorizza la consultazione infatti è stato ritenuto che tutti gli aventi diritto dei tre comuni potranno votare, e questo mette a rischio tutto il lavoro fatto

Rettifica dei confini tra Agrigento, Favara e Aragona, firmato il decreto di autorizzazione da parte dell'Assessorato regionale Enti locali sorge un problema di natura numerica che finora si era sperato non sorgesse: il quorum.

Favara Ovest, firmato il decreto assessoriale che autorizza il referendum

Infatti, se si è sempre sostenuto che al voto sarebbero andati solo i residenti delle zone oggetto delle modifiche (soprattutto i cittadini di Favara Ovest, che sono il numero maggiore ma anche quelli che forse vivono la situazione più paradossale e disagevole) adesso leggendo il provvedimento firmato dall'assessore regionale Bernadette Grasso si scopre che il Dipartimento ha ritenuto che l'intero corpo elettorale dei tre centri ha un "legittimo interesse" ad esprimere la propria preferenza all'operazione. Questo moltiplica come evidente in modo esponenziale gli aventi diritto al voto e, al contempo, innalza l'asticella del quorum necessario perché il referendum sia valido fino a quota - cosa più, cosa meno - 50mila elettori. 

Gestione del servizio di igiene ambientale, primo faccia a faccia al Comune di Agrigento

Una situazione ingestibile che rischia, semplicemente, di far saltare tutto. Così oggi l'unica speranza è la deputazione agrigentina, affinché ottenga la revoca del decreto (del quale è apparso un "errata corrige" che però è identico al precedente) o quantomeno la modifica di un punto essenziale: la stessa legge che autorizza il referendum in situazioni di questo tipo, infatti, consentirebbe di ritenere portatori di legittimi interessi solo i cittadini delle aree oggetto della rettifica, e non tutti gli abitanti dei tre centri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento